La profezia della curandera

la-profezia-della-curandera

La bella Kantu, pur vivendo a Cuzco, in una città, si affida sin da giovanissima a un consigliere particolare con lo scopo di conoscere il futuro del suo amore per l’amato, quasi una febbre che si alza e si abbassa come la temperatura nelle stagioni, una ragazza che vuole conquistare il suo bel giovane e lo vuole ad ogni costo. Certo Kantu si accorge che è la sua bellezza fisica che cerca il suo amato, come forse è nella natura stessa di un ragazzo, e non la sua spiritualità. Ma Kantu vuole di più, vuole tutto poichè lei si dà anima e corpo.

O almeno questo è ciò che crede fino al momento in cui il suo primo curandero che le predice il futuro interrogando le foglie di coca, la indirizza ad  un curandero del fuoco. Condori è un uomo dalla fisicità possente, dall’età indefinita, e assieme a una Mama andina trasformeranno i sogni di Kantu nel QUI e ORA. Le insegneranno la parte femminina e mascolina che una donna deve possedere, le insegneranno a diventare una donna serpente, a saltare oltre il dirupo, e a liberare l’energia sessuale controllandola e innalzandola sino all’estasi suprema che genera il corpo di luce.

La sua è una storia vera, che Hernàn Harache Mamani scrive per tutte le donne, per tutte noi. Ho provato una sana invidia per Kantu, che grazie ai suoi due curanderi, uomo e donna, ha potuto conoscere e trasformare la sua energia sessuale, due parole che una di seguito all’altra, noi donne occidentali non sappiamo pronunciare, nè tantomeno, vista l’infelicità nostra intima tangibile, cercare per provare almeno a conoscerla.

Grazie Mamani, grazie per averci fatto comprendere quale pianeta meraviglioso siamo, quale potenza racchiudiamo in noi, quale misterioso impulso celiamo creando la vita stessa perpetuando il miracolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *