Cinquanta sfumature di nero

50-sfumature-nero

 

Anastasia Steele, che mi piace immaginare come una ragazzina viziata vestita da timida, e Christian Grey bello, alto, schivo ma vestito da uomo d’affari, si scambiano qui ruoli. Non dal punto di vista erotico, lì pare che Christian abbia pagato a caro prezzo il suo savoir faire, ci ha rimesso cicatrici sul torace e nel cuore. Intendo proprio dal punto di vista dell’emotività, dove Ana è a tratti pressante, invadente, un ladro che si aggira nell’anima di Christian ogni volta che lui si distrae pensando se potrà mai amarla. Anastasia vestita da timida lo scalza, lo tallona, lo sgrida, lo sfida, fino a sfinirlo. Fino a sfinire chi legge che vorrebbe intervenire per dire “basta!”. Quel basta che dici sottovoce quando vorresti urlarlo; come un consiglio che dai a quell’amica che si và a cercare sempre le storie più terribili. E il bel Christian, che nella nostra dea interiore si insinua poco a poco e diventa da nemico ad amante segreto, si lascia tormentare perchè è questa la lingua con la quale gli è più facile dialogare. Mentre Anastasia perde qualche chilo, cambia il modo di vestire, trova un lavoro, ripensa continuamente alla stanza rossa, con le tempie addosso che pulsano, con la salivazione che si arresta e un cuore che accelera perchè sa che non è bene mettere mano a un baule proibito, ma non resiste, la sua innocenza oramai sporcata dalla sua stessa insistenza avanza, si fa largo tra anelle strane, plastiche tondeggianti, e sfere.. quelle sfere..

Il contratto è a questo punto solo un ricordo, se ne fa accenno solo a volte, quando ognuno dei due cerca di mettere un fermo, un paletto, e al contempo cerca anche di aprire un nuovo varco. E con una maschera addosso, piccola, carnevalesca che copra anche solo gli occhi basta a farci sembrare. E’ questo ciò che salva e protegge come siamo: il sembrare.

La storia è molto interessante, non tanto dal punto di vista erotico, ma dal lato emotivo, dal lato psicologico della coppia. Di tutte le coppie che si amano o che si sono amate furiosamente e poi lasciate. Di tutti i ragazzi e le ragazze che siamo o che siamo stati. E’ come una eco che rimbomba e che ti rimanda un canto laddove tu hai fatto solo “oooo” .

Cantate ragazze, donne, fate cantare la vostra dea interiore. Leggetelo..

Cinquanta Sfumature di Nero

E. L. James

Compralo su il Giardino dei Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *