Il lavoro c’è, eccome! Basta cercarlo ..

Mai come ora è stato così facile trovarlo, il lavoro. Lo potete trovare in un vocabolario: “lavoro: 1 Impiego di un’energia per raggiungere un determinato scopo – 2 Occupazione che possa prevedere una retribuzione fonte di sostentamento.
Lo potete trovare nella Costituzione Italiana: “Art.1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.”   Eccolo ad esempio nella riforma che ha modificato il tanto discusso articolo 18. Ma non solo, lo potete annoverare tra i proverbi “Chi non lavora, non fa l’amore”, “Nel paese della cuccagna chi meno lavora più magna”.  Deriva dalla radice Labh, come se avesse il senso proprio di afferrare, prendere, impossessarsi. Derivano dal lavoro: lavorare, lavoraccio, lavoreria, lavorino, lavoretto, lavorone, lavoruccio, lavorucchiare. Può essere fievole come una bolla di sapone, faticoso come il digerire chiodi, noioso come una mosca, il senso è che chi ce l’ha perchè lo ha rubato ad un altro, o ne è entrato in possesso pur non riuscendo o volendo onorarlo, ahimè, non sa di cosa stiamo parlando.  Oggi, primo maggio, voglio fare un regalo. Un dono a chi non sa cosa possiede; a chi non rispetta l’orario; a chi si ricarica il cellulare telefonandosi col numero dell’azienda; a chi sciopera se è venerdì così può andare al mare; a chi esce prima per andare a fare shopping; a chi sperpera lo stipendio; a chi la rata del mutuo gliela pagano i genitori o l’ex coniuge: potete commuovervi con noi mentre smaniosi aspettiamo di avvertirlo, palpabile, sul palco. In piazza San Giovanni   ogni anno formiamo una folla ordinata e dignitosa che si riunisce per averlo, guardarlo, toccarlo, cantarlo, GRIDARLO, AMARLO.. il lavoro! 

Era bello quando c’eri, mi davi sicurezza come la dà un buon lavoro. Mi facevi sentire una regina come quando si è in carriera. A volte mi arrabbiavo con te, quando non ottenevo ciò che volevo, un po’ come si fa sul luogo di lavoro. Oggi saresti in pensione? Non lo so, perchè te ne sei andato prima… molto prima che tu potessi leggere il mio libro Mutamenti col quale ti ringrazio per avermi dato la vita.  Ti voglio bene  bellissimo papà, vieni, andiamo a cantare anche noi in piazza…

 

2 pensieri riguardo “Il lavoro c’è, eccome! Basta cercarlo ..

  1. …segue un regalo al lavoro….
    vivo a San Pìr in Casèl, ho un lavoro che occupa piacevolmente le mie giornate, vado in ufficio ogni giorno con la certezza che avrò conoscenze interessanti e ottimi rapporti interpersonali . Stima e voglia di fare è il clima che si respira ogni giorno. Affrontiamo ogni situazione ci si presenta con la consapevolezza della riuscita e del successo e ciò ci rende più uniti, forti, migliori. Quii vige il motto “non può restare con noi chi pensa male di noi”
    ….al papà del mio compagno dico spesso…
    grazie di cuore per aver dato la vita ad una creatura così meravigliosa!
    ….al mio di papà
    sempre e solo grazie di gran cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *